Il presente sito web utilizza cookie tecnici per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l'esperienza di uso delle applicazioni online

Piano del Parco Naturale Regionale Fiume Ofanto

La Telos, in raggruppamento con la società Ambiente Italia, a seguito dell'aggiudicazione dell'incarico avvenuta nel dicembre 2019, sta redigendo gli strumenti di attuazione del Parco Naturale Regionale Fiume Ofanto e del relativo Rapporto Ambientale per la Valutazione Ambientale Strategica comprensivo della Valutazione di Incidenza Ambientale. 

Il Parco Naturale Regionale “Fiume Ofanto” è stato istituito ai sensi della Legge Regionale n.19 del 24-07-1997 Regione Puglia, il 14 dicembre 2007 con la L.R. n. 37. L’istituzione del Parco corona una lunga storia di impegno per la difesa dell’ambiente in un contesto fluviale tra i più importanti dell’Italia centro meridionale e di rilevantissimo valore naturalistico, storico e identitario per la Regione Puglia e per tutte le regioni attraversate nel suo lungo cammino dall’Appennino verso il mare Adriatico.

Siamo in presenza, nel Parco dell’Ofanto, di una situazione particolarmente complessa e stratificata in termini di competenze amministrative, di strumenti di pianificazione, di apparati conoscitivi - dal PTPR della Regione Puglia alla pianificazione di Bacino, ai PTCP, fino alla pianificazione locale e alla molteplice pianificazione di settore. Con gli strumenti di pianificazione del Parco l’intendimento è quello di offrire un insieme agile e coordinato di regole, indirizzi strategici e progetti che possa inserirsi in modo complementare e sinergico nel contesto generale della programmazione e pianificazione territoriale. A questo scopo è certamente utile un Quadro conoscitivo ampio e diversificato che, riagganciandosi e integrando gli apparati conoscitivi esistenti – e tra questi in primis quello del Piano Paesaggistico Territoriale Regionale, quelli dei piani provinciali di coordinamento e gli studi promossi dall’Autorità di Bacino – sia di riferimento per le valutazioni e la gestione del Piano.

Finalità generale del Piano del Parco è la conservazione e valorizzazione delle risorse naturali e culturali della Valle dell’Ofanto nel contesto di un modello di sviluppo durevole e sostenibile sotto il profilo ambientale, economico e sociale. Un modello capace di coniugare tradizione e innovazione nel contesto di uno sviluppo rispettoso della cultura, della storia e delle aspettative delle Comunità locali. Un modello che integri la riqualificazione fluviale e la qualità del paesaggio come prospettive inderogabili dei futuri assetti territoriali al pari delle esigenze di sicurezza idraulica.