Piano del Parco Naturale Regionale di Gutturu Mannu
13 Febbraio 2024
Cartellonistica turistica nel territorio del Barigadu Guilcier
5 Giugno 2024

Programma di Conservazione e di Valorizzazione delle Aree di Bonifica in variante al Programma di Fabbricazione Comunale 

COMMITTENTE: Comune di Pula (CA)
DATA DI AFFIDAMENTO: maggio 2017
IMPORTO: € 42.300,00
RUOLO RIVESTITO:

  • Coordinamento generale e progetto

Le “aree di bonifica” sono aree caratterizzate da una forte identità legata a interventi di miglioramento ambientale a scopo agricolo, ai processi produttivi e ai paesaggi che ne sono la risultante, e a interventi di popolamento e attivazione economica di alto valore sociale e storico.
L’insieme di questi elementi fanno di queste aree luoghi speciali di rilevanza storico-paesaggistica e identitaria per la Sardegna.

Il provvedimento ha lo scopo di garantire lo sviluppo sostenibile del settore agricolo in coerenza con gli obiettivi di conservazione del paesaggio, attraverso la redazione di varianti allo strumento urbanistico vigente, così da garantire anche l’accesso alle misure di incentivazione previste dal PSR 2014-2020.

Conservare i caratteri storici e identitari del paesaggio; rivitalizzare l’economia agricola dell’area affinché il paesaggio sia operativamente e continuamente custodito e oggetto di cura da parte dell’uomo e offra opportunità di lavoro durevoli e al passo con i tempi; riqualificare l’edilizia e il paesaggio laddove presentano elementi di degrado o scarsa qualità; rinsaldare il rapporto tra la comunità locale e territorio della bonifica; offrire a chi visita l’area di Santa Margherita la percezione di un paesaggio ricco di elementi fondanti e ancora vivi della storia sociale della Sardegna, oltre che di bellezze naturali e archeologiche: questi i riferimenti principali e la cultura del paesaggio cui si ispira il Piano di Conservazione e Valorizzazione dell’area di bonifica di Santa Margherita.

Gli obiettivi strategici del Programma

1

1

Conservazione dei caratteri storico paesaggistici dell’intervento di bonifica con particolare attenzione alle case poderali, agli edifici storici con funzioni speciali e alle trame viarie storiche.
6

2

Rivitalizzazione dell’economia agricola.
7

3

Contenimento del consumo di suolo agricolo.
4

4

Miglioramento architettonico paesaggistico abitativo dei nuclei e tessuti residenziali.
5

5

Integrazione paesaggistica e funzionale delle attività turistiche nel paesaggio agricolo.
8

6

Rigenerazione edilizia e funzionale dell’ex Centro servizi e dei luoghi della socialità.
3

7

Individuazione e valorizzazione di itinerari di interesse storico e paesaggistico
2

8

Rafforzamento delle trame verdi nel paesaggio agrario e dei corridoi ecologici tra l’entroterra e il mare.

Nel Programma sono stabilite le regole d’uso del territorio in piena coerenza con quanto disposto dal Piano Paesaggistico Regionale, finalizzate al mantenimento e alla sostenibilità dei processi produttivi agricoli nel rispetto delle esigenze di salvaguardia del patrimonio storico e paesaggistico.

Per la stesura del Programma sono state pertanto indagate le caratteristiche del territorio sia dal punto di vista ambientale e paesaggistico (struttura e caratteristiche dei suoli e dei soprassuoli, delle acque, caratteristiche climatiche e quant’altro necessario a definire un quadro il più possibile completo), sia dal punto di vista storico, economico e sociale, raccogliendo anche il punto di vista degli abitanti, dei figli dei primi assegnatari, degli imprenditori e agricoltori, grazie anche ai contributi del processo partecipativo avviato fin dalle prime fasi del lavoro.